Stati Uniti, Irma arriva in Florida: prime vittime e inondazioni a Miami

Bruno Cirelli
Settembre 10, 2017

Anche se lo Stato sarà toccato solo dalla coda dell'uragano, sono attesi venti e piogge forti che potrebbero causare danni e disagi. Si prevede che l'uragano Irma proseguirà il suo cammino devastante verso ovest, con la Repubblica Dominicana, Haiti e Cuba a rischio nelle prossime ore e nei prossimi giorni.

A Puerto Rico - riferisce AgenSir - la Caritas sta utilizzando le chiese come rifugi temporanei per proteggersi dal passaggio dell'uragano.

Si teme, in queste ore, soprattutto per gli stati americani dell'Atlantico meridionale, Florida in primis.

Ormai l'uragano Irma è a un passo dalla Florida.

Non è ancora definitivo il bilancio delle vittime nelle isole a largo della costa degli States, dove Irma è già passato: si continua a scavare tra le macerie, l'ispezione delle isole rase al suolo dalla forza del vento è in corso.

Rick Scott, il governatore della Florida, dove l'uragano Irma rischia di abbattersi nel weekend, ha lanciato un appello a rispettare gli ordini di evacuazione e a farlo rapidamente, annunciando che entro stasera saranno mobilitati mille uomini della Guardia nazionale.

Inoltre, l'uragano Irma che si sta dirigendo verso le coste della Florida potrebbe risultare il peggiore, nella storia degli Usa, in termini di costi economici e un incubo per le compagnie assicurative. "Irma sta arrivando. Dio benedica tutti", ha scritto su Twitter.

La preoccupazione immediata dell'UNICEF è quella di fornire acqua potabile e servizi igienici alle comunità colpite, portando anche servizi di protezione per i minorenni sia ai bambini che agli adolescenti, fra cui anche supporto psicosociale per coloro che sono stati colpiti. Sono duemila i voli cancellati con la città di Miami che è deserta. Nel frattempo cominciano le prime evacuazioni, come nella contea di Monroe: i primi a essere messi in salvo sono stati pazienti degli ospedali, seguiranno turisti e residenti. Al momento Irma è un uragano di categoria 5 (la più potente) e, a dispetto del nome rassicurante, racchiude in sé una potenza distruttiva pazzesca, con venti fino a quasi 300 km allora capaci di strappare da terra alberi, le strutture costruite dall'uomo e perfino le case.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE