Ora è "allerta tsunami"

Bruno Cirelli
Settembre 10, 2017

Non solo il Messico però è stato colpito, anche il Guatemala ha subito danni a causa del sisma.

Ore 15:22 - Un nuovo, parziale, bilancio indica in almeno 26 i morti, di cui due bambini. Le autorità del Salvador hanno messo in preallarme le comunità locali per un'eventuale evacuazione della popolazione dalle zone costiere. Tantissime le persone che hanno abbandonato le case e sono scese in strada al buio. Nonostante ciò, il governatore del Chiapas Manuel Velasco ha chiesto di evacuare comunque le aree abitate della costa perché sono state registrate onde molto alte dal Centro di allerta tsunami del Pacifico.

Il presidente del Messico Enrique Pena Nieto ha reso noto via Twitter di aver "attivato il comitato nazionale di emergenza" e i "protocolli della protezione civile" dopo la forte scossa di terremoto questa notte nella capitale e in altre aree del paese, considerata come una delle più violente dal devastante sisma del 1985. Fonti governative segnalano i primi cinque morti, tra cui due bambini nello Stato di Tabasco.

Nella vicina località di Juchitan è crollata una piccola chiesa, oltre al palazzo municipale, alcune abitazioni e negozi: si teme quindi che ci possano essere altre vittime. Il piccolo era collegato al respiratore automatico.

Un sisma di magnitudo 8.0 (Ingv) si è verificato a largo delle coste dello stato messicano del Chiapas. La profondità è stimata in 72 chilometri, abbastanza da provocare effetti in superficie, come uno tsunami. "Il meccanismo che ha generato questo terremoto, è dovuto principalmente alla placca oceanica che spinge sotto quella continentale americana". Al momento si contano 32 vittime.

Gran parte di Città del Messico è rimasta senza luce. Scuole, università e uffici pubblici sono stati chiusi "per poter precedere ad una revisione delle infrastrutture" dopo la forte scossa. Le persone stanno lasciando gli edifici. L'epicentro del sisma, riporta l'istituto sul suo sito, è stato localizzato 87 km a sudovest di Pijijiapan, a una profondità di 69,7 km. Il terremoto ha scosso anche l'Angelo dell'indipendenza, lo storico monumento che si trova sul 'Paseo de la Reforma' nella capitale, della quale è uno dei simboli.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE