In corso una tempesta magnetica, problemi alle comunicazioni radio

Geronimo Vena
Settembre 7, 2017

CI SI METTE PURE IL SOLE Abbiamo parlato degli hacker, dei giochi di luce e di tanti altri problemi che minacciano la sicurezza delle auto a guida autonoma: ci eravamo dimenticati delle eruzioni solari, note anche come brillamenti solari, che occasionalmente producono radiazioni e tempeste elettromagnetiche tanto potenti da accecare i sistemi GPS. Nell'arco di una stessa giornata e a distanza di poche ore sono infatti avvenute due eruzione, che hanno già causato un blackout alle comunicazioni radio ai poli perché ha scagliato contro la Terra raggi X e ultravioletti.

"Quella in corso è una tempesta magnetica di moderata intensità, che sta creando problemi alle comunicazioni radio nelle regioni polari", ha detto all'ANSA Mauro Messerotti, dell'Osservatorio di Trieste dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), consigliere per il meteo spaziale della direzione scientifica dell'Inaf e dell'università di Trieste.

Entrambe le eruzioni, ha aggiunto l'esperto, hanno generato lampi di raggi X e ultravioletti. È stato confermato che ha prodotto una bolla di plasma diretta verso la Terra; dovrebbe investire il campo magnetico del pianeta l'8 settembre, con conseguenze tutte da valutare.

Mentre sulla Terra è ancora in corso una tempesta magnetica, il Sole non vuol saperne di riposarsi. In questo caso la bolla impiegherebbe almeno due giorni per arrivare.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE