Brexit, Juncker boccia gli inglesi: "Non sono soddisfatto, questioni ancora da risolvere"

Bruno Cirelli
Agosto 29, 2017

Il presidente della Commissione Ue, inoltre, ha avvertito che i negoziati su una futura relazione commerciale tra il Regno Unito e l'Unione Europea potranno prendere il via solo quando saranno raggiunti progressi sufficienti sulle principali questioni legate al divorzio britannico, in particolare i diritti dei cittadini, il conto che Londra deve pagare per la Brexit e la frontiera tra Irlanda e Irlanda del Nord.

"Ho letto tutto con attenzione, ma c'è un numero di questioni ancora da risolvere". "Non si possono mischiare - ha detto -. Non ignoro che ci siano delle parziali intersezioni tra le due dimensioni", ma Consiglio e Commissione europea sono stati "ultrachiari: prima di affrontare il futuro" occorre sistemare le questioni individuate come prioritarie.

Nel suo intervento, Juncker ha auspicato anche un miglioramento delle relazioni dell'Ue con Mosca. "Vorrei riflettessimo su migliori relazioni con la Russia. Ma non c'è sicurezza europea, per il secolo a venire, senza la Russia". "Occorrerà, senza rinunciare ai nostri valori e ai nostri principi - ha aggiunto - che si ritrovi con la Russia un dialogo più adeguato all'avvenire che ci sta davanti". Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE