Rally, la seconda volta di Tanak (Ford). Mikkelsen riporta Citroen sul podio

Paterniano Del Favero
Agosto 20, 2017

A farla da padrone? ancora lui, Ott Tanak, che sta dimostrando, nonostante il crash in Polonia, di aver raggiunto una maturità tale da consentirgli in futuro di giocarsi prima o poi il mondiale.

"Una giornata davvero buona, abbiamo cercato di non fare errori e penso che abbiamo un buon margine sui nostri avversari".

Adesso è sempre più solo al terzo posto della classifica iridata assoluta. E poiché Thierry Neuville (Hyundai i20 coupé) è rimasto all'asciutto dopo il problema meccanico di sabato, l'estone ha nel mirino anche il secondo posto del belga. Dal tardo pomeriggio di venerdì il 30enne estone è in testa al Rally di Germania, nona tappa del Fia World Rally Championship (Wrc).

In terza posizione c'è un Sébastien Ogier (29.6 secondi) che però può essere felice. Elfyn Evans ha chiuso sesto, Armin Kremer è arrivato nono ed Eric Camilli, con una Fiesta omolgata per il Wrc2, decimo. Per la sesta volta in questa stagione, Craig Breen si piazza quinto e resta il migliore dei piloti del Doppio Chevron. Ancora una bocciatura per Kris Meeke. Hyundai si consola, poco, con l'affermazione di Dani Sordo nel power stage, perché in quella che considera la gara "domestica" insedia solo Hayden Paddon nei dieci: ottavo. Jari Matti Latvala è settimo, mentre l'atteso Esapekka Lappi accusa quasi 18 minuti di ritardo. Il mondiale rally ritorna il 5 ottobre con il terzultimo appuntamento in calendario in Spagna. Troppo pochi per tenere l'impressionante passo del team M-Sport.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE