Rottura Lazio-Keita. Inzaghi: "Non si è presentato ad allenamento"

Rufina Vignone
Agosto 17, 2017

Non dico che non ha giocato - aggiunge -, non è stato neppure convocato. La partita contro la Juventus era stato preceduta dalla solita settimana di voci, insinuazioni, accuse, ipotesi, ventate di ottimismo e coltellate di pessimismo, poi sfociate nella non convocazione di Keita Balde, la reazione immediata del calciatore, la risposta della Lazio e la controrisposta dell'agente. Evidentemente non intende investire sul giocatore. "È esasperato per una serie di comportamenti della società che non è più disposto a sopportare".

Si arricchisce di un nuovo capitolo la vicenda Lazio-Keita. "Anzi, si è allenato sempre con impegno, preparandosi alla partita come al solito (e la sua preparazione tutti la conoscono, visto che l'anno scorso, giocando scampoli di partite, ha fatto 16 gol)". Dopo la stagione con Pioli, aveva chiesto di essere ceduto. "Ma nulla di ciò si è verificato". Nonostante le dichiarazioni provenienti dall'ambiente Lazio, a oggi la società non ci ha convocato né ci ha contattato per notificarci le fantomatiche offerte che Keita avrebbe rifiutato. "Il che è un segnale molto brutto per un giocatore che ha fatto quel che ha fatto per i biancocelesti".

Continuano i festeggiamenti in casa Lazio. "Mi domando quale sia la verità".

Il caso Keita Blade infiamma questo mercato estivo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE