Marcinelle, Mattarella: "Tragedia emigrazione". Salvini all'attacco: "Si vergogni"

Bruno Cirelli
Agosto 15, 2017

"Paragonando questi richiedenti asilo nullafacenti agli italiani morti a Marcinelle il presidente Mattarella infanga la memoria dei nostri connazionali. Si vergogni. Mattarella non parla a nome mio", ha scritto su Twitter il leader della Lega, Matteo Salvini.

Un attacco violento, ma non unico, da parte del Carroccio.

"Mi sento offeso dalle parole che ho sentito".

Immediata la replica di Salvini: "Se andiamo al governo, dopo aver bloccato l'invasione, gli leviamo l'inutile scorta". Quel sito ora è patrimonio dell'Umanità, per decisione dell'Unesco perché sia emblema delle tante, troppe tragedia dell'emigrazione e del lavoro, che purtroppo continuano a segnare la storia presente. "Non dobbiamo dimenticare mai che il lavoro senza tutele uccide - osserva il ministro - anche laddove si svolge in luoghi che dovrebbero essere meno pericolosi delle viscere della terra".

Polemica a suon di "tweet" tra Jerry Calà e Laura Boldrini sul tema migranti.

"A loro non li ha aiutati nessuno a casa loro". Gli emigranti italiani venivano trattati come animali da soma... pulitevi la bocca" e poi: "Non paragoniamo nostri emigrati per piacere!

Calà ha poi concluso paragonando i migranti italiani del dopoguerra con i migranti del nuovo millennio: "Paragone assurdo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE