Supercoppa, Inzaghi: "Dobbiamo giocare la partita perfetta"

Rufina Vignone
Agosto 13, 2017

A dirlo Simone Inzaghi alla vigilia della finale di Supercoppa italiana a Roma contro la Juventus. "Purtroppo, non solo noi con la Juventus, siamo sfortunati". Nelle partite secche può succedere qualsiasi risultato. Dovremo fare la partita perfetta. In finale di Coppa Italia abbiamo fatto una buona gara, ma concesso anche gol evitabile con errori inutil.

Uno dei grandi dubbi, oltre al ballottaggio sulla destra, è quello sulla presenza o meno di Felipe Anderson: "Ha avuto un problemino nella gara col Bayer - amichevole vinta per 1-3, ndr -. Il ragazzo stava facendo un'ottima preparazione, oggi vedremo se riuscirà ad essere disponibile". Marusic? E' pronto, è un ragazzo sveglio. In finale ho qualche dubbio con Basta, meritano entrambi, è un dubbio che mi porterò fino a domani.

Leiva è un vero leader, chiama già i compagni con i loro nomi, non ci deluderà.

LA SQUADRA - "Ho detto che bisogna dare continuità al gruppo e tenere i giocatori migliori per aprire un ciclo e la società sta cercando di soddisfarmi". Ho provato Luis Alberto, che ha fatto un ottimo precampionato, e poi abbiamo anche Di Gennaro.

"Contro la Juventus partiamo sfavoriti, ma nel calcio non si sa mai". Sapevamo che avremmo preso lui de Lucas fosse partito. Bonucci è un grande giocatore che stimo anche umanamente, ma il livello tecnico della Juventus è rimasto intatto.

"Sapete la situazione, ci sono delle voci". Mancano due allenamenti e nella mia squadra tutti devono essere al 100%. "Se lui potrà darmelo allora giocherà, altrimenti altri che avranno più forza e voglia".

LA PARTITA - "I numeri parlano chiaro, abbiamo una tradizione a nostro sfavore". Sappiamo chi incontreremo, dovremo essere squadra, gruppo e lottare insieme su ogni pallone. E' motivo di orgoglio e ce lo siamo meritati sul campo questa finale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE