Le immagini delle telecamere incastrano una coppia di rapinatori seriali

Bruno Cirelli
Agosto 12, 2017

Rapinatori seriali nella rete dei carabinieri.

In manette sono finiti Arber Metelia, cittadino albanese di 29 anni, già noto alle forze dell'ordine e A.V., 32enne di Torino, incensurato. L'albanese, per la verità, era anche sospettato di un secondo reato: la tentata rapina ad un centro veterinario. I colpi sono stati messi a segno da giugno a inizio agosto nella zona di Collegno e alcuni giorni fa proprio i militari della stazione di Collegno, insieme ai colleghi di Rivoli e Pinerolo, hanno fermato Arber Metelia, ventinovenne nato in Albania e senza fissa dimora, e Andrea Velardi, 32 anni di Rivoli, accusato di essere stato il complice in alcune delle rapine.

Sono sospettati di avere rapinato due volte a Collegno, in una farmacia e in un ristorante, e in una tabaccheria di Cavour.

Il filo conduttore, una pistola, utilizzata in tutte le occasioni. Nel corso delle indagini, i carabinieri sono riusciti a risalire all'identità del suo complice: Andrea Velardi, originario di Rivoli ma residente a Torino, in via Monte Rosa.

Gli investigatori hanno visionato le immagine delle telecamere di sorveglianza presenti all'interno degli esercizi rapinati. Dalla visione del telefono cellulare di quest'ultimo, gli investigatori hanno verificato che negli orari e nei giorni dei colpi vi erano numerose telefonato col A.V., risultato essere utilizzatore di una Lancia Y di colore grigio con una fiancata danneggiata, notata da un testimone durante la rapina al tabacchino di Cavour.

Il testimone, oltre alla vettura, aveva descritto anche l'occupante: un giovane con numerosi tatuaggi, uno dei quali molto vistoso sul collo. L'italiano, messo alle strette dagli inquirenti, ha confessato la sua partecipazione a quattro rapine e ha ottenuto gli arresti domiciliari. I due avrebbero deciso di entrare in azione per fare fronte a un momento di presunte difficoltà economica.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE