Export Ue: +8,2% nel 2017, a giugno -1%

Ausiliatrice Cristiano
Agosto 11, 2017

A giugno 2017, la diminuzione congiunturale dell'export (-1,0%) è da ascrivere al calo delle vendite di beni di consumo non durevoli (-1,9%), beni strumentali (-0,9%), beni intermedi (-0,7%) e beni di consumo durevoli (-0,9%). L'area extra Ue vede una diminuzione dell'1,4%.

Come certifica l'Istat, rispetto a maggio, infatti, a giugno si registra una diminuzione sia delle esportazioni (-1%) che delle importazioni (-2,9 per cento). L'aumento tendenziale delle esportazioni (+8,2%) è principalmente determinato dai prodotti energetici (+17,9%), beni di consumo durevoli (+9,4%) e beni intermedi (+8,5%).

Il saldo della bilancia con i Paesi Ue nel mese in osservazione ha registrato un surplus di 1,219 miliardi dall'avanzo di 1,201 miliardi di giugno 2016. Nel secondo trimestre, l' Export aumenta dello 0,6% grazie alla spinta dell'area Ue (+2,3%). Così come l'aumento dell'import (+9,9%) è determinato da entrambe le aree di sbocco (+12,0% per l'area extra Ue e +8,6% per l'area Ue).

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano.

Se però si guarda la fotografia con le lenti "tendenziali", cioè di giugno 2017 rispetto allo stesso mese del 2016 la crescita si conferma sostenuta: +8,2%, e riguarda in misura analoga sia l'area extra Ue (+8,3%) sia quella Ue (+8,2%).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE