Bomba con timer contro libreria "di destra", un arresto anche nel Salento

Ausiliatrice Cristiano
Agosto 5, 2017

Cinque fermi fra gli ambienti anarchici sono stati eseguiti in più parti d'Italia per l'attentato del 1° gennaio scorso a Firenze, ai danni della libreria "Il Bargello", ritenuto un centro culturale vicino alle posizioni di destra.

Lì sono andati ad arrestarlo i poliziotti della Digos di Lecce, coordinati dalla dirigente Lucia Cufari, che hanno notificato a Fallanca l'ordinanza di custodia cautelare per concorso in tentato omicidio (nell'esplosione della bomba a Firenze un artificiere rimase gravemente ferito) e hanno poi identificato altre sette persone.

In quell'occasione, un artificiere della Polizia fiorentina, Mario Vece, venne colpito in pieno dalla deflagrazione dell'ordigno, collocato tra le maglie della saracinesca, perdendo un occhio e una mano.

Per gli investigatori ci sarebbe anche Fallanca nell'attentato in Toscana.

Maggiori dettagli dopo la conferenza stampa prevista in Questura. "Proprio su questo fronte è bene sempre distinguere la protesta civile e legittima da veri e propri atti criminali".

Fallanca è ora in carcere, la casa occupata di Roca è in attesa di essere sgomberata: per procedere la polizia deve prima acquisire la denuncia dei due proprietari dell'immobile.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE