Cassino. Racket degli autolavaggi. Arrestati 8 egiziani

Bruno Cirelli
Agosto 2, 2017

L'operazione "Gold Wash" ha dunque portato in carcere otto giovani nordafricani - tra i 19 e i 30 anni - accusati a vario titolo, in concorso tra loro, di tentato omicidio, rapina, estorsione, lesioni personali aggravate e danneggiamento. Gli ordini di custodia cautelare in carcere sono stati emessi dal gip del Tribunale di Cassino, Massimo Lo Mastro, su richiesta del sostituto procuratore Alfredo Mattei.

Avevano preso il controllo, mediante un meccanismo fatto di violenze e intimidazioni, degli autolavaggi nella zona di Cassino, in provincia di Frosinone.

L'attività investigativa è scaturita in seguito a gravi episodi di violenza.

Le indagini, proseguite in modo serrato e puntuale, hanno consentito oggi di chiudere il cerchio nei confronti di tutti gli autori della brutale aggressione, compiuta con l'utilizzo di spranghe di ferro e coltelli, assicurando alla giustizia anche i 4 uomini allora dileguatisi.

I fatti risalgono al maggio scorso quando alcuni egiziani aggredirono in più occasioni alcuni connazionali, riducendone uno in fin di vita. Tre degli arrestati, poi, erano già sotto inchiesta della Squadra Mobile per un'altra rissa avvenuta a Frosinone nel 2016.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE