Rottamazione delle Cartelle del Fisco: Scadenza il 31 Luglio

Paterniano Del Favero
Luglio 25, 2017

L'Agenzia delle entrate - Riscossione con il comunicato stampa del 22 luglio 2017 ha reso note le modalità ed i canali disponibili per il pagamento della prima o unica rata della rottamazione delle cartelle e degli avvisi, con scadenza il prossimo 31 luglio. A meno naturalmente di una proroga last minute che non si vede all'orizzonte.

Controllo online - Per avere una copia della propria situazione basterà compilare un apposito form https://www.agenziaentrateriscossione.gov.it/it/ senza necessità di password ma solo inserendo codice fiscale e la documentazione necessaria al riconoscimento e indicando la casella mail dove si vuol ricevere la comunicazione che la vecchia Equitalia già aveva inviato via raccomandata o per posta elettronica certificata. Il pagamento delle cartelle rottamate potrà essere effettuato anche sul portale del nuovo ente della riscossione o tramite l'App Equiclick, tramite la piattaforma PagoPa oppure direttamente agli sportelli di Agenzia delle Entrate - Riscossione. Ci si può anche collegare al sito della propria banca e inserire il numero del bollettino Rav e l'importo da pagare. Il numero è sufficiente per identificare il pagamento e il contribuente a cui è riferito il debito, quindi non è obbligatorio indicare la causale.

Sportelli bancomat (ATM). È possibile pagare i bollettini della definizione agevolata direttamente agli sportelli ATM abilitati, utilizzando la propria tessera bancomat e accedendo al servizio per il pagamento dei RAV.

UFFICI POSTALI - È sufficiente presentare il bollettino RAV ricevuto dall'Agente della riscossione.

TABACCAI CONVENZIONATI CON BANCA 5 SPA, SISAL E LOTTOMATICA - Si può pagare in contanti (fino a mille euro), con il bancomat o con la carta di credito (fino a 5 mila euro dai tabaccai e fino a 1.500 euro nei punti Sisal e Lottomatica).

Lo sanno anche alla ex Equitalia, oggi Agenzia delle Entrate-Riscossione, dove è stata prevista la possibilità, fino all'ultimo, di scegliere se rottamare tutte le proprie cartelle o approfittare dello sconto solo per alcune, dopo aver selezionato quelle più convenienti per una spesa alla propria portata. Il fisco sarà inflessibile per chi non paga le rate previste, ma anche per chi lo fa in modo ridotto o ritardato.

Verrà inoltre sottratto l'importo già versato in pendenza di giudizio e per chi ha aderito alla rottamazione delle cartelle Equitalia verranno inoltre sottratti gli importi dovuti per la definizione agevolata dei ruoli. Il versamento della cartella scontata potrà esser fatto anche con la domiciliazione sul conto della banca, oppure con i bollettini precompilati.

Nel dettaglio, l'articolo 3 del D.L. 193/2016 consente all'Agenzia delle entrate di utilizzare le banche dati e le informazioni alle quali è autorizzata ad accedere "anche ai fini dell'esercizio delle funzioni relative alla riscossione nazionale". In base alle norme antiriciclaggio, infatti, non si può pagare cash se non per una somma inferiore ai 3mila euro. L'operatore di sportello provvederà ad effettuare il pagamento.

Sono obbligati a pagare l'importo in un'unica soluzione i contribuenti per debiti fiscali di importo non superiore a 2.000 euro al netto di sanzioni e interessi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE