Google: trimestre Alphabet sopra attese, ma cala in Borsa

Paterniano Del Favero
Luglio 25, 2017

Alphabet ha annunciato ieri sera a mercati chiusi i risultati del secondo trimestre. La fuga degli inserzionisti che si era innescata non ha avuto effetto sull'imponente macchina della raccolta pubblicitaria di Google: i click sulle inserzioni di Google sono saliti del 52%, anche se i prezzi sono scesi del 23%. La società, nonostante le dimensioni, continua a registrare una crescita dei ricavi importante su base annua. Google ha iscritto a bilancio una svalutazione da 2,7 miliardi di dollari per far fronte alla maxi multa imposta dall'Ue. Esclusa la multa, l'Eps sarebbe stato di 8,9 dollari ad azione.

L'utile netto di Alphabet nel secondo trimestre è calato del 27,7% a 3,52 miliardi di dollari con la multa europea, dai 4,88 miliardi di dollari dello stesso periodo dell'anno scorso.

La società ha inoltre registrato un aumento dei ricavi di 248 milioni di dollari, il 34% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Altrettanto importante sono le perdite derivanti dai progetti ed esperimenti di Alphabet, che sono diminuite del 10% a 772 milioni di Dollari. Durante la call con gli investitori Porat ha spiegato che la fonte maggiore di nuove entrate è rappresentata dai nuovi sforzi dell'azienda nel campo hardware con prodotti come Google Home e WiFi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE