Mondiali di scherma, bronzo per il fiorettista Daniele Garozzo

Rufina Vignone
Luglio 23, 2017

Si tratta della quinta medaglia italiana, la terza di bronzo, dopo l'oro di Paolo Pizzo, l'argento di Alice Volpi ed i bronzi di Arianna Errigo e Irene Vecchi. Le stoccate di Pizzo sono precise ed i fendenti dello spadista azzurro gli consentono di portarsi sull'11-7. La Fiamingo rinuncia al terzo oro mondiale consecutivo. Paolo Pizzo è medaglia d'oro nella spada maschile individuale. L'atleta catanese ha battuto l'estone Novosjolov 15-13 e si è preso, di nuovo, la corona mondiale. "Non riesco ancora a crederci! ". Ho lavorato tantissimo per questo sogno, ho fatto mille sacrifici. "Mi ispiro a Federer - ha aggiunto - che è un fenomeno, ha tanti anni più di me eppure resta un ragazzino".

Fermi agli ottavi, invece, Enrico Garozzo e Marco Fichera. Ai quarti Pizzo riesce ad avere la meglio sul francese Lucenay (15-13) e in semifinale sul tedesco Schmidt (15-10).

Ha di che esultare anche Irene Vecchi, all'Arena Liepzig.

L'azzurra aveva superato la tedesca Anne Limbach per 15-11 ai quarti e aveva avuto accesso al tabellone delle 8, dopo che la sua avversaria degli ottavi di finale, la transalpina Sara Balzer ha subìto un serio infortunio al ginocchio sinistro, ritirandosi dall'assalto sul punteggio di 9-6. A chiudere poi una giornata indimenticabile, di questi Mondiali di Schema 2017, il bronzo di Irene Vecchi nella specialità sciabola femminile.

Stop ai 32esimi, invece, sia per Martina Criscio che per Loreta Gulotta. La livornese è stata battuta in semifinale dalla tunisina Azza Besbes per 15-14 dopo essere stata avanti 8-0 all'inizio e poi 14-11 nel finale. Così Loreta, eliminata 15-14 dalla sudcoreana Yoon, dopo il 15-11 vincente contro l'argentina Perez Maurice.

Una gioia immensa che il catanese non ha nascosto nel podio: dopo la vittoria ai mondiali catanesi del 2011, infatti, Pizzo non era più riuscito a imporsi nella spada collezionando, tra mondiali e olimpiadi, solo piazzamenti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE