Trump, Mueller non superi linea rossa

Bruno Cirelli
Luglio 20, 2017

Il figlio maggiore del presidente statunitense, Donald Trump jr, il genero di Trump e l'ex capo della sua campagna elettorale Paul Manafort, sono stati chiamati a testimoniare di fronte alla commissione del Senato statunitense che sta indagando sulle presunte ingerenze russe alle elezioni presidenziali statunitensi del 2016. "Non superi la linea rossa", è il "consiglio" che Trump ha dato a Mueller. "Sarebbe una violazione" dice criticando Mueller, che il presidente aveva incontrato per sostituire James Comey alla guida dell'Fbi prima che venisse nominato procuratore speciale. "Non pensiamo che siamo sotto indagine".

Dall'intervista emerge un Trump arrabbiato, soprattutto nei confronti del ministro di Giustizia Sessions, colpevole a suo avviso di essersi astenuto dalle indagini sul Russiagate aprendo la strada alla nomina del procuratore speciale Mueller. Non sono sotto indagine. "Per cosa? Non ho fatto nulla di sbagliato", ha commentato. Infine Trump ha anche rotto il silenzio sul suo secondo incontro con il presidente russo Vladimir Putin a margine del G20 di Amburgo, specificando che si è trattato di "uno scambio di convenevoli, nulla di più. Abbiamo parlato di adozioni".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE