Matteo Strukul vince il Premio Bancarella 2017

Bruno Cirelli
Luglio 18, 2017

La cerimonia di premiazione è avvenuta ieri sera a Pontremoli (Massa), in piazza della Repubblica, al termine di una votazione che ha visto il vincitore prevalere con 39 lunghezze di scarto sul secondo classificato. Molto vicini invece tutti gli altri partecipanti.

Il premio, per Strukul, arriva a coronamento di una stagione esaltante, con la pubblicazione a raffica dei volumi di una trilogia che per mesi - e per settimane in simultanea - ha occupato la top ten dei libri più venduti.

Matteo Strukul, nato a Padova nel 1973, autore di nove romanzi, due albi a fumetti e due biografie musicali, ideatore e direttore del Festival del romanzo storico "Chronicae", con I Medici ha finalmente ottenuto consenso internazionale. I titoli dei 5 finalisti del premio selezione, già entrati di diritto nella grande famiglia del Premio Bancarella erano: Alessandro Barbaglia con " La locanda dell'ultima solitudine " edito da Mondadori; Valeria Benatti con " Gocce di veleno " edito da Giunti, Jung-myung Lee con " La guardia, il poeta e l'investigatore " edito da Sellerio e Lorenzo Marone con " Magari domani resto " edito da Feltrinelli. "Non ci credo.", ha dichiarato il vincitore. Le prime parole di Matteo Strukul sono state per Sergio Altieri, scrittore da poco scomparso, cui lo scrittore padovano ha voluto dedicare il premio. Alle 11, nella piazzetta della Pace il Premio Bancarella ha incontrato "Noi Siamo Futuro" Alle 17, al Teatro della Rosa, Giuseppe Benelli ha presentato il libro di Simoni "Il Marchio dell'Inquisitore" Einaudi Editore. Sono nell'Albo d'oro con Ernest Hemingway, Boris Pasternak, Umberto Eco e Ken Follett.

Il "Bancarella" è senza dubbio uno dei premi letterari più particolari in Italia: è nato in seno alla lunga tradizione dei librai pontremolesi, che dall'alta Lunigiana sono partiti per intere generazioni, per vendere libri come ambulanti e creando un vero e proprio sistema di lavoro. Il vincitore viene determinato dai voti dei librai.

La serata è stata condotta con grazia ed eleganza dalla giornalista e musicista Manuela Arrighi, che ha intavolato un'interessante discussione sul mondo del libro e dei librai con gli autori finalisti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE