Tennis: Roger Federer conquista l'ottavo titolo a Wimbledon

Rufina Vignone
Luglio 17, 2017

Federer-Cilic, ne resterà soltanto uno. Roger Federer ha battuto Marin Cilic in tre set (6-3, 6-1, 6-4) e ha messo in bacheca il suo ottavo titolo a Wimbledon oltre che il suo diciannovesimo Trofeo dello Slam. A distanza di 19 anni dalla sua vittoria nel torneo juniores sui sacri prati londinesi, a cinque dal suo ultimo squillo, Federer è infine riuscito a staccare Pete Sampras e William Renshaw nella classifica dei più vincenti di sempre a Wimbledon. Si arriva al 5-3 e Marin Cilic decide di cambiare gioco, puntando sul serve and volley, ma con esiti disastrosi. Nadal lo sconfigge in una bellissima finale nel 2008, Federer si riprende lo scettro l'anno dopo e nel 2012 quando supera in finale il beniamino di casa Murray ottiene il settimo sigillo. Per il croato però ci sono un paio di rammarichi, come nel primo set dove si era guadagnato una palla break nel quarto game che sfortunatamente per lui ha sprecato. Cilic chiede l'intervento medico per curare il piede sinistro azzoppato, ma il settimo gioco del terzo set sancisce la sua capitolazione finale. Un precedente che è certamente rimasto nella mente di Cilic, che però deve resettare il cervello e allontanare questo brutto ricordo. Da qualsiasi parte lo prendi il croato Marin, da destra e da sinistra, da sotto e da sopra, sempre lo stesso rimane. A quasi 36 anni sta giocando un tennis di altissimo livello, con una qualità straordinaria.

Federer nel cammino verso la finale è rimasto in campo solo con 9 ore e 56 minuti in totale tutti rigorosamente sul Centre Court.

Federer-Cilic, le parole del croato.

In campo maschile il 30.95% delle finali è stata giocata tra il numero 1 e il numero 2 del tabellone, la percentuale più alta riscontrata (26 volte, 17 delle quali vinte dal numero 1). "Dovrò dare il meglio per batterlo". "Spero davvero di poter giocare altri anni a Wimbledon, ma la verita' e' che ho imparato a pianificare di sei mesi in sei mesi - ha spiegato -". Ma io ritengo di essere pronto. Ma forse era stato chiesto troppo allo spagnolo: un fenomeno sulla terra rossa, ma meno efficace su erba. "Non ci posso credere - l'entusiasmo dello svizzero, al termine del match -". "Avere un'altra chance di arrivare a otto titoli qui ed esserci vicino è una sensazione fantastica. Sì, è incredibilmente emozionante". Buon match a tutti (non capita mica tutti i giorni di assistere alla finale di Wimbledon 2017).

Nel 2014, Cilic ha vinto gli US Open contro ogni pronostico, ma soprattutto schiacciando Federer in 3 set di netta semifinale.

Ringrazia tutti, dai suoi cari al fondamentale team, consapevole che certi risultati non è possibile raggiungerli da soli.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE