Matrimonio "salta" all'ultimo, sposa invita 150 clochard al banchetto di nozze

Ausiliatrice Cristiano
Luglio 17, 2017

Questa volta non in Sardegna, ma negli Stati Uniti.

Ma il suo fidanzato - Logan - per motivi che la stessa Sarah non ha voluto divulgare, ha deciso di dare forfait. Il matrimonio si sarebbe dovuto tenere sabato 15 luglio.

Per due anni questa bella venticinquenne ha lavorato dopo le lezioni alla facoltà di Farmacia dell'Università di Purdue per mettere da parte i 30.000 dollari necessari a realizzare la cerimonia dei suoi sogni. Pianti amari e cuore spezzato.

A questo punto Sarah ha raccontato di essersi sentita distrutta ma di aver capito che era necessario reagire alla brutta notizia. "Mi è caduto il mondo addosso, ero distrutta. Ma ero anche molto arrabbiata per tutto quel cibo che sarebbe stato gettato nella spazzatura" dice la giovane. Con l'aiuto della "wedding planner" Maddie LaDow ha contattato diversi centri di accoglienza per senzatetto di Indianapolis ed ha invitato le persone più povere della città a "festeggiare" il non-matrimonio.

Sarah ha anche messo a disposizione due autobus per prelevare gli ospiti dalle varie comunità. Il tutto con la benedizione dell'ex fidanzato, che ha approvato l'iniziativa di Sarah (la ragazza l'aveva consultato prima di decidere) e l'ha elogiata per la sua generosità: con alcune variazioni rispetto al piano originale (niente tavolo degli sposi, una torta normale al posto di quella nuziale e, soprattutto, nuovi invitati rispetto a quelli previsti inizialmente) la festa si è fatta lo stesso, con Sarah seduta al tavolo insieme alla mamma e alle sue due testimoni.

'Il viaggio di nozze? Sarah l'ha presa con filosofia: "Domenica (oggi, ndr) partirò da sola per quella che doveva essere la nostra luna di miele, nella Repubblica Dominicana".

Anche il suo promesso ha deciso di piantarla in asso il giorno delle nozze. "Sono nervosa, ma mi farà bene, mi renderà più forte".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE