La giornata mondiale delle emoji, le faccine da 260 milioni di dollari

Geronimo Vena
Luglio 17, 2017

Se può sembrare curioso che si festeggi una cosa simile, è giusto sapere che è il quarto anno consecutivo che ricorre questo evento. Stando agli esperti le Emoji sono nate in Giappone e ad oggi rappresentano a buon titolo il tipo di linguaggio che si è diffuso più rapidamente nella storia.

Si festeggia oggi la quarta giornata mondiale delle emoji, quella carrellata di faccine e disegnini colorati che equipaggiano le tastiere virtuali e costellano i messaggi scambiati in chat. Sono 2.666 le emoji ufficiali, inserite nella lista del Consorzio Unicode che si occupa di standardizzare i pittogrammi in modo che siano visibili su ogni dispositivo e sistema operativo. La faccia che ride a crepapelle è stata incoronata anche dai dizionari Oxford, che l'hanno eletta parola dell'anno 2015.

La più utilizzata nel mondo è la faccina che ride fino alle lacrime. Le Emoji più utilizzate su Facebook e Messenger in tutto il mondo negli ultimi 30 giorni sono state la faccina con le lacrime di gioia (più di 332 milioni), seguite dall'emoji con gli occhi a forma di cuore (254 milioni) e dalla faccina che manda il bacio a forma di cuore (più di 160 milioni).

Per celebrarla al meglio Facebook e Messenger rendono disponibili nuovi dati che mostrano quali Emoji vengono condivise di più in tutto il mondo.

Le emoji però vanno al di là delle faccine e dei sentimenti ed emozioni che esprimono, per dare rappresentazione a tutto ciò che fa parte della vita: dal cibo al meteo, dagli sport agli animali, dalle auto all'abbigliamento.

Ovviamente le immagini espressive sono in costante aumento, sono infatti in dirittura di arrivo (presumibilmente in autunno) altre 56 iconcine appena standardizzati dal prestigioso Consorzio Unicode insieme al simbolo del bitcoin, la moneta virtuale più nota. Tra le novità tanti personaggi di stampo fantasy come i ritratti di elfi, vampiri, maghi e zombie, diversi cibi come la coppe di riso e la lattina di polpa di pomodoro ma soprattutto la ragazza con l'hijab, richiesta a gran voce nel settembre scorso e finalmente diventata realtà.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE