Istamina nel tonno all'olio di girasole Algarve: ritirato. Sintomi e rischi

Barsaba Taglieri
Luglio 17, 2017

Alte concentrazioni di istamina sono state riscontrate nel tonno all'olio di girasole della marca Algarve. La data di scadenza è settembre 2021. Un rischio che viene definito "chimico". Non si ferma quindi l'allarme tonno che era partito nella prima metà del 2017 in seguito ad alcuni malesseri e intossicazioni alimentari dovute proprio al tonno (per maggiori informazioni è sufficiente seguire il link ala fine dell'articolo). Mentre il Ministero della #salute ha diramato l'avviso attraverso il suo portale internet dedicato alle allerte alimentari.

In questo caso il ministero ha disposto il richiamo dalla vendita del tonno in scatola in olio di girasole Algarve, nella confezione da tre pezzi da 80 grammi ciascuno.

Di solito non è necessario l'intervento medico, anche se nei casi più gravi di assunzione di istamina vi è il rischio di collasso cardio-circolatorio.

L'istamina è una sostanza tossica.

L'istamina, composto azotato diffuso nell'organismo, è un amminoacido che si trova in grande abbondanza nel tonno, negli sgombri e nei pesci della medesima famiglia: capace di provocare risposte infiammatorie e allergiche, la sua presenza in grandi quantità è sintomo di cattiva conservazione del prodotto.

Qualora invece lo abbiate mangiato accidentalmente, sappiate che potreste essere vittime della sindrome sgombroide, una patologia quasi allergica che si manifesta con crampi allo stomaco, prurito, nausea.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE