Genoa, Bertolacci: "Qui per conquistare la Nazionale"

Rufina Vignone
Luglio 17, 2017

Era comunque una buona squadra.

Dopo la prima uscita ufficiale contro la Val Stubai vinta per 17 a 0, ha parlato in conferenza Ivan Juric. Dobbiamo affrontare la nuova stagione con grandissima umiltà, avendo terminato l'ultima al quintultimo posto e questo non va dimenticato. Non abbiamo tanti giocatori in esubero, meno di dodici mesi fa.

In estate è poi arrivata la chiamata del Milan, che per ben 20 milioni di euro si è assicurato dalla Roma il cartellino del calciatore: nonostante i galloni da titolare e la fiducia di Siniša Mihajlović, a causa di numerosi problemi fisici le presenze stagionali sono state solo 30, con un gol segnato, al netto della delusione di tifosi e addetti ai lavori che, in considerazione dell'investimento fatto dai rossoneri, si aspettavano qualcosa in più. Mi aspetto ancora qualche innesto di qualità dopo gli ultimi colpi. Poi il mercato, per squadre come la nostra, non è facile. Qui me la posso giocare in ottica Nazionale e Mondiale, in passato quando sono stato bene qui ho fatto parte fissa del gruppo azzurro. Bertolacci e' un acquisto importante. Pellegri più strutturato, Salcedo dello stesso livello. Un giorno diventerà un top-player. Juric spiea rassegnato. "A me spiace perchè di lui sono innamorato". Ha una volontà pazzesca e mi piace da matti come si allena.

Ma sempre stando a Repubblica Genova Giuliano Gallazzi va avanti, per veicolare l'operazione ha costituito una società (la Gfc, acronimo di Genoa Football Club) e ha convinto un banchiere di 75 anni, Beniamino Anselmi, ad assumere la carica di presidente nel caso l'operazione dovesse andare in porto. "Perin capitano? Se lo merita per l'insistenza con cui me lo sta chiedendo...".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE