Dal Giappone: "Tokyo Verdy rinuncia al sogno Totti"

Ausiliatrice Cristiano
Luglio 17, 2017

Società che, anche grazie al lavoro ai fianchi del nuovo ds Monchi, è risuscita a convincere Totti a non rompere il suo legame d'amore con i colori giallorossi.

Ecco l'intervista pubblicata sul sito ufficiale della As Roma.

Fino a quell'indimenticabile match d'addio del 28 maggio 2017, Francesco Totti ha pensato esclusivamente a fare il calciatore e per questo quando i titoli di coda e il sipario sulla sua carriera da capitano è calato è rimasto spiazzato e confuso. Mi ha colpito moltissimo, perciò un giorno particolare che terrò dentro me stesso. Lo porterò per sempre con me.

"E' finita la prima parte della mia vita da calciatore, ora ne inizia una più importante da dirigente".

È stato bello giocare, però.

"Il calcio è la mia passione, è tutto: è divertimento, è amicizia, è fare gol, è conoscere persone nuove". E' una cosa che tocca qualunque cosa importante del mio corpo. Sembrava non volessi mai far finire il 28 maggio. Non avrei mai terminato quella partita, quella giornata. Racchiudeva 25 anni e più di storia con la Roma. "Il rettangolo di gioco mi ha dato tanto e ho provato a dare tanto a questa gente".

Adesso si fa sul serio. È normale che sono due cose differenti: una era il mio lavoro principale, adesso è una cosa diversa ma, avendo tantissima esperienza calcistica avrò più possibilità di dare una grande mano.

Da dove si riparte adesso? Inizia una nuova fase, ho preso del tempo per pensarci e riflettere, quel tempo mi servirà per entrare in questa società passo dopo passo.

"Mi metterò a disposizione a 360 gradi, - continua - dal settore giovanile fino al presidente. Non so quanto tempo ci vorrà per consacrarmi nel nuovo ruolo".

C'è qualcuno che vuoi ringraziare? "Tutti quelli con cui ho lavorato e giocato, tutti gli allenatori e i presidenti, ringrazio tantissimo tutti e mi ricorderò sempre di loro". Ho la fortuna di conoscerli bene.

Entrerò in punta di piedi, ma conosco già l'ambiente romano. Voglio essere tutto o niente: essere importante per la Roma e capire cosa voglio fare.

Ne hai già parlato con la società? . Ci siamo chiariti. Siamo contenti del nostro incontro.

Ho parlato con Di Francesco?

"Sì, ci ho parlato, con lui ho un grandissimo rapporto".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE