Messina, Unime ricorda la strage di via D'Amelio

Ausiliatrice Cristiano
Luglio 16, 2017

Il prossimo 19 luglio ricorre il venticinquesimo anniversario della strage di via D'Amelio in cui persero tragicamente la vita il giudice Paolo Borsellino e la sua scorta. I magistrati catanesi hanno così celebrato il processo di revisione delle condanne, alcune delle quali all'ergastolo, emesse a Caltanissetta a carico di nove persone coinvolte ingiustamente nel delitto.

Assoluzione anche per Giuseppe Orofino, che era stato condannato per appropriazione indebita, favoreggiamento e simulazione di reato, e anche per Salvatore Candura, che era stato ritenuto colui che aveva rubato l'auto poi utilizzata per compiere l'attentato. L'evento è patrocinato dal Comune di Palermo. Per tutti gli altri, invece, la condanna per associazione mafiosa rimane, pene peraltro scontate da tutti eccetto che da Scotto. Da risarcire, infatti, saranno solo i danni derivanti dalla ingiusta condanna per strage, visto che quella di mafia è definitiva.I risarcimenti potranno essere richiesti quando la sentenza di oggi diventerà definitiva.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE