King Roger: la leggenda continua, finale di Wimbledon conquistata

Rufina Vignone
Luglio 16, 2017

Intrattabile e praticamente perfetto nei primi quattro match sull'erba di Wimbledon, Roger Federer continua ad incantare, divertirsi e può guardare con ottimismo al prossimo impegno contro il canadese Milos Raonic. Il tennista elvetico, prosegue spedito il suo cammino, non lasciando nemmeno a Tomas Berdych un set.

Si giocano un posto ai quarti le due veterane Agneska Radwanska e Svetlana Kuznetsova, che potrebbero fare strada in questa edizione incerta. Jelena Ostapenko vuole continuare a sognare dopo l'incredibile successo al Roland Garros: la giovane lettone è arrivata al decimo successo consecutivo negli Slam e cercherà di eliminare la testa di serie numero 4, Elina Svitolina. 6-7, 6-4, 7-6, 7-5.

Le sue parole alla fine del match non fanno altro che dimostrare quanto lo svizzero sia eccezionale dentro e fuori dal campo "Non ci credo e mi sento privilegiato a giocare di nuovo in finale in questo torneo". "L'anno scorso sono stato fermo sei mesi dopo Wimbledon: ho avuto modo di capire cosa sarà la mia vita dopo il tennis, voglio essere un buon papà e un buon marito".

Urla anche quando sbaglia, perché oggi anche a causa della sua emotività mai nascosta è meno preciso del solito: in tutto il torneo invece aveva sempre dato l'impressione di contenere impassibilmente tutte le contromisure trovate dagli avversari.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE