Tragedia sul Monte Bianco: perde la vita Gian Attilio Beltrami

Bruno Cirelli
Giugno 27, 2017

Gianni, 64enne, era in cordata sul Mont Dolent nel massiccio del Monte Bianco, con un ragazzo di 23 anni. Si tratta di un dirigente del Cnsas-soccorso alpino lombardo. I due alpinisti erano in cordata quando, per cause da chiarire, sono precipitati a quota 3.600 metri. A lanciare l'allarme è stato un altro alpinista. Secondo quanto ricostruito dagli uomini del SAGF (Soccorso Alpino della Guardia di Finanza.) la coppia sarebbe precipitata per circa 350/400 metri, in direzione della Val Ferret e del ghiacciaio di Pré de Bar.

Morto in un incidente in montagna Gian Attilio Beltrami, delegato del soccorso alpino di Lecco. Gian Attilio è stato per anni a capo della Delegazione della XIX Zona Lariana del Soccorso Alpino, per cui si è prodigato mettendo la propria vita a disposizione di quella di altri alpinisti ed escursionisti più o meno esperti.

COMMOZIONE. Per trent'anni Beltrami ha ricoperto il ruolo di delegato della XIX Zona Lariana, una delle più vaste d'Italia per territorio, che include le province di Lecco, Como, Varese e Pavia. È stato anche vice presidente regionale.

Nel 2012, Beltrami aveva lasciato la guida delegazione e il suo testimone era stato raccolto da Antonio Fumagalli, già capostazione del Triangolo Lariano. Cordoglio anche dal Corpo nazionale del soccorso alpino e speleologico lombardo: "Un pensiero di cordoglio sincero e commosso va ai familiari da parte di tutti i tecnici del Soccorso alpino e speleologico, che ricorderanno Gianni Beltrami come una persona di grande competenza e generosità".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE