Domenico Diele ai domiciliari con braccialetto elettronico

Bruno Cirelli
Giugno 27, 2017

Il gip ha convalidato il fermo e disposto, come detto, la misura cautelare degli arresti domiciliari. L'avvocato Viviana Straccia ne ha appena dato notizia. Pochi minuti fa, dal carcere di Fuorni, in provincia di Salerno, è uscita l'auto con il pm salernitano Elena Cosentino, che non ha però voluto rilasciare dichiarazioni. L'attore, 32enne, senese di origini, ma trapiantato da tempo a Roma, si trovava in zona per le riprese del film 'Una vita spericolata' del regista Marco Ponti.

L'attore ha anche spiegato il perché si fosse messo alla guida nonostante avesse la patente sospesa: "Non avevo il permesso di guidare".

Poi ha concluso: "Ho soltanto il lavoro, e se da questa vicenda uscirà con la carriera distrutta non avrò più nemmeno quello. Ilaria tornava a casa, a Salerno, dopo aver trascorso la serata con gli amici a Battipaglia ed ora non c'è più", ha precisato il 75enne. A narrare quei terribili momenti è stato Ferdinando Giordano, ex partecipante al Grande Fratello, anche lui tra i primi testimoni della tragedia. La vittima Ilaria Dilillo 48 anni, che stava tornando a casa in sella al suo scooter a Salerno quando è stata violentemente tamponata da una macchina facendola cadere al suolo. Stamattina nel carcere di Fuorni, alle porte di Salerno, dove l'attore era rinchiuso, si è svolta l'udienza di convalida dell'arresto nel corso della quale il gip ha deciso di scarcerarlo per metterlo agli #Arresti domiciliari con il braccialetto elettronico.

Secondo quanto riportato dal Corriere della sera, durante un incontro con il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, il giovane Diele, protagonista fra gli altri di "1993" e "ACAB", avrebbe ribadito la sua colpevolezza, chiedendo cosa avrebbe potuto fare per la famiglia della donna investita: "Secondo lei come potrei fare per aiutare la famiglia di quella donna?" Se servisse a qualcosa pagherei di tasca mia anche qualunque cosa alla famiglia. "I due, subito dopo aver parlato con l" avvocato, con due borsoni in mano si sono portati all'ingresso del carcere per farli consegnare al figlio.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE