Rodotà: Gentiloni, merita il ricordo di tutto il Paese

Senesio Mele
Giugno 25, 2017

Addio a Stefano Rodotà , un uomo libero.

Roma, 24 giu. (AdnKronos) - "Una grande eredità, ci ha insegnato molto, è stato un uomo delle istituzioni, un grande giurista, è stato un uomo che ha messo sempre i diritti al centro".

È morto Stefano Rodotà, padre nobile della sinistra italiana.

Dal 1997 al 2005 Rodotà è stato il primo Garante per la protezione dei dati personali, mentre dal 1998 al 2002 ha presieduto il gruppo di coordinamento dei Garanti per il diritto alla riservatezza dell'Unione europea. "Eravamo andati ultimamente insieme a parlare ai ragazzi di come utilizzare il web in modo responsabile".

Il giurista, politico, accademico, Garante della Privacy, aveva 84 anni. Tra i primi, su Twitter, c'è il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni.

Rodotà lascia la moglie Carla Pogliano e due figli, fra cui Maria Laura, giornalista affermata del Corriere della Sera. "La sua lunga militanza civile al servizio della collettività è stata sempre contrassegnata dalla affermazione della promozione dei diritti e della tutela dei piu' deboli".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE