Raggi, andiamo avanti, sono tranquilla

Bruno Cirelli
Giugno 21, 2017

"Per falso e abuso di ufficio no". Anche per la discussa Paola Muraro, ex assessore all'Ambiente, sono decadute le accuse di abuso d'ufficio nell'inchiesta sui rifiuti, ma restano in piedi quelle per ecoreati. "Il reato di falso, secondo quanto ricostruito dai magistrati di piazzale Clodio, si sostanzia nella nota n.38506 del 6 dicembre 2016 che Virginia Raggi indirizzò alla Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza di Roma Capitale (Mariarosa Turchi) affermando, contrariamente al vero, che il ruolo di Raffaele Marra (all'epoca capo del Personale), in relazione alla procedura per la nomina del fratello Renato, era stato di 'mera pedissequa esecuzione delle determinazioni da lei assunte senza alcuna partecipazione alle fasi istruttorie, di valutazioni e decisionali e con compiti di mero carattere compilativo".

La buona notizia è che alcune posizioni sono state archiviate: infatti, sono decadute tutte le accuse sulla nomina di Ranieri a capo di Gabinetto, mentre decadono le accuse per abuso di ufficio nell'inchiesta sulla nomina di Renato Marra.

Legale Raggi, su Romeo certi di poter chiarire tutto - L'avvocato di Virginia Raggi, Alessandro Mancori, ha reso noto all'Ansa che non intende commentare in modo articolato "finché non accederemo agli atti depositati dai Pm".

Non solo è "tranquilla" come dice il vicesindaco Luca Bergamo, ma Virginia Raggi prova ad andare al contrattacco per uscire dalla vicenda giudiziaria di oggi. Le indagini procedono e questa è una cosa positiva.

"La sindaca si è data un 7 e mezzo da sola, di solito i voti li danno gli altri e ci sembra strano che la sindaca decida oltretutto di darsi un voto che farebbe gola a molti studenti, visto che per noi è da 4, gravemente insufficiente".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE