Gigio non rinnova e diventa "Dollarumma"

Rufina Vignone
Giugno 19, 2017

E' senza dubbio il caso del momento: Gigio Donnarumma ha catalizzato su di sè le attenzioni di tutti gli organi di stampa italiani ed internazionali dopo aver deciso di non rinnovare con il Milan. Il tutto, ovviamente, soprattutto via social, attraverso internet dove gli account del portiere del Milan sono stati presi d'assalto con ironie, sarcasmi ma - fin troppo spesso - insulti a lui e alla famiglia. "Se gli interessa un portiere noi siamo qui".

Il mercato cambia e si evolve di giorno in giorno e, nonostante la Juventus abbia di fatto bloccato Szczesny, nel mirino anche del Napoli, con il non rinnovo di Donnarumma, ormai ufficiale, le carte in tavola cambiano radicalmente. A cominciare dalla Juve, non avrebbe particolari problemi ad attendere la scadenza naturale del contratto.

Ora potete anche riempire di insulti questa foto, ma la famiglia lasciatela stare, loro ci hanno sempre insegnato i veri valori della vita. L'input della proprietà è non accettare offerte. Argomento, chiaramente, il rifiuto di Donnarumma, che negli ultimi giorni ha sconvolto il mondo rossonero. Non lo vendiamo. Per ora. Nell'immaginario collettivo non è più considerato il Gigio giovane fenomeno, che ha bruciato una tappa dopo l'altra, dall'esordio in Serie A nemmeno diciassettenne, a quello in Under 21 prima della maggiore età e nella Nazionale dei grandi subito dopo. " le parole di Marco Fassone sulle colonne del Corriere dello Sport". Si parla anche di Szczesny, il quale non ha ancora chiuso con la Juventus, sebbene su di lui ci sia anche l'interessamento di Sabatini, trasferitosi all'Inter. Trattenere Donnarumma, farlo partire in ritiro, poi eventualmente deciderlo se spedirlo in tribuna o in Primavera.

"Siamo amareggiati tanto quanto lo sono i nostri tifosi - Prosegue Mirabelli - Rispetto comunque le scelte fatte da Gigio e Raiola perché ognuno è libero di fare ciò che crede".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE