Allegri vuole gioia e non ansia

Rufina Vignone
Giugno 5, 2017

Vincere la Champions al primo anno da allenatore, tornare in finale e vincere la Liga al secondo è davvero straordinario, anche perché gestire una grande squadra non è facile: "ci sono tanti aspetti che possono indirizzare la stagione e credo Zidane sia stato bravissimo e sia un grande allenatore". "Il Real negli ultimi anni ha vinto due Champions: i favoriti sono loro". Così Massimiliano Allegri che indica in Casemiro il giocatore chiave nei blancos: "Forse ha meno qualità dei campioni ma è quello che dà equilibrio al Real". Allegri ha chiesto poi chiedendo ai giornalisti un minuto di silenzio per le vittime dell'Heysel, di cui oggi ricorre il 32/o anniversario "Nel 1985 perdevano la vita 39 persone; una serata che doveva essere di sport, di calcio e di festa si trasformò in tragedia". Ora però c'è da fare un ultimo sforzo, dobbiamo avere più motivazione di loro.

Allegri punta forte sull'ex Higuain, chiamato a smentire i detrattori che lo accusano di non essere decisivo quando conta: "Magari farà goal, deve rimanere tranquillo e farà una grande finale". Arrivare in finale è già straordinario, la Juve non ne ha perse sei ma ne ha giocate otto.

Lo stesso Allegri, inoltre, ha anche sottolineato: "La Juve è al posto giusto nel momento giusto, stavolta bisogna portare a casa questa coppa". "La società sa cosa fare, la Champions ha fascino e ti fa conoscere in tutto il mondo".

Cinque giorni alla finale di Cardiff, archiviato il campionato ora si può pensare unicamente alla finale di Champions League. Fondamentale sarà l'approccio alla partita, vincere i duelli e mantenere l'ordine che ti aiuta a leggere meglio episodi poi determinanti”. Quando gli è stato domandato se cambierà qualcosa con Bale o Isco in campo, Chiellini ha spiegato: “Qualche piccola differenza c'è. E noi siamo lì, dovremmo essere pronti. Deve stare molto sereno e fare una partita giusta, come ha fatto fino ad ora. "La società è talmente forte che sa cosa fare sempre, per restare tra le prime otto in Champions con continuità".

E ... considerando che le finalissime si vincono: avanti tutta Juventus a Cardiff si va per ... vincere e, probabilmente, con questa formazione: Buffon, Barzagli, Alex Sandro, Pjanic, Bonucci, Cheillini, Khedira, Dan Alves, Dybala (Zidane lo teme), Mandzukic, Higuain.

È qui che zebre e merengues, almeno sulla carta, sono più simili. Hanno un modo di giocare migliorato nella stagione. A livello europeo abbiamo avuto una crescita costante, il cambio di modulo ci ha dato una nuova linfa. Importante sarà l'aspetto psicologico: "La mia squadra sa bene quando accendere e spegnere l'interruttore". Ci sono tante sfaccettature, e non solo diagonali o altro.

"Lui deve fare una partita giusta, come ha sempre fatto finora".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE