Chris Cornell: morte improvvisa ed inattesa, addio al cantante dei Soundgarden

Ausiliatrice Cristiano
Mag 20, 2017

Le cause della morte sono ancora sconosciute. Cornell fondera' nel 2001 gli Audioslave insieme ai componenti dei Rage Against The Machine, altro gruppo simbolo del rock duro degli anni '90, per poi dedicarsi a una carriera solista dalle alterne fortune. La band si trovava nella città americana per una tappa del loro tour. Ad annunciarne la morte è stato il suo agente, Brian Bumbery, che ha parlato con la stampa e divulgato la triste notizia. Fin dalla notizia della morte dell'artista, in effetti, online si era iniziato a parlare di un possibile suicidio, ma nessuno avrebbe davvero mai voluto che la vicenda di Cornell finisse in modo così sconvolgente. Lo ha rivelato l'Associated Press in un tweet di questa mattina, dopo le dichiarazioni del coroner. Poche ore prima di morire Cornell si era esibito con i Soundgarden in quello che sarebbe stato il suo ultimo concerto, a Detroit, nel Michigan.

Nato a Seattle il 20 luglio del 1964, Chris Cornell è morto a Detroit nella giornata di ieri, mercoledì 17 maggio del 2017, per cause ancora ignote.

Era forse più famoso come cantante della band di Seattle Soundgarden, nata nel 1984 che come front man degli Audioslave. E' stato durante l'ultimo show che in particolare, racconta Settle, Cornell era euforico in maniera piuttosto esagerata rispetto ad altri spettacoli in cui si mostrava sempre "concentrato, introspettivo, assorto e perso in se stesso". Chris Cornell ha infatti avuto tre figli: la prima figlia Lillian Jean dalla prima moglie Susan Silver, poi la seconda figlia Toni e il figlio Christopher Nicholas avuti dalla seconda moglie Vicky Karayiannis.

Christopher John Boyle, meglio noto come Chris Cornell, e' morto improvvisamente a Detroit all'età di 52 anni. Proprio in quel disco è contenuta la canzone probabilmente più famosa del gruppo, "Black Hole Sun".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE