Migranti, Gelmini contro Sala: i nostri sindaci non si girano dall'altra parte

Barsaba Taglieri
Mag 19, 2017

"Così come per per i contributi ai Comuni arrivati per sostenere l'accoglienza dei profughi, che il sindaco Pasquali ha specificato di aver ricevuto senza alcun avviso".

"Credo che questa sia stata la modalità migliore - ha concluso - perchè se qualcuno avesse fatto notare l'arrivo di questi finanziamenti, sarebbe stata una segnalazione interessata". Il ministro dell'Interno Marco Minniti oggi a Milano ha sottoscritto un accordo con il sindaco di Milano Giuseppe Sala, il prefetto Luciana Lamorgese e i primi cittadini che sono disponibili ad accogliere i migranti in strutture sui loro territori, col sostegno del terzo settore e del volontariato, con un sistema di convenzione pagato dallo Stato.

Pasquali ha ricordato di aver ricevuto sul conto corrente del comune di Bobbio anche i finanziamenti decisi a livello nazionale per sostenere l'accoglienza dei richiedenti asilo: "Senza che nessuno ci avvisasse" - ha sottolineato. La mia idea della sicurezza nel nostro Paese è l'idea di una grande alleanza fra Stato e poteri locali, i sindaci, alleanza strategica per una moderna idea di sicurezza che non può essere gestita da Roma: Roma può dare indicazioni, ma territorio lo conoscono molto meglio i sindaci. "Non si fa così di fronte a un problema che sarà dominante".

Cecchetti ha depositato oggi una interrogazione al Pirellone in cui ricorda che "tra chi presenta richiesta di asilo politico solo il 7% ottiene poi lo status di profugo" e chiede quindi all'assessore regionale alla sicurezza "di adottare ogni provvedimento al fine di garantire la sicurezza dei cittadini nonché a farsi parte diligente nei confronti della città Metropolitana e della Prefettura al fine di evitare l'assegnazione ai comuni dell'Alto Milanese di ulteriori quote di immigrati".

Arianna Censi, Vice Sindaco della Città Metropolitana di Milano ha ricordato come le firme al protocollo portano con sè "il coraggio e la sapienza dei Sindaci e delle Sindache che conosco i territori e che dovranno spiegare, soprattutto a chi è contrario", i contenuti dell'intesa. A loro si sono uniti in mattinata anche tre primi cittadini di Forza Italia (San Giuliano, Assago, Pessano con Bornago) e uno di Fratelli d'Italia, quello di Tribiano.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE