La Juventus non sbaglia: Lazio battuta 2-0, terza Coppa Italia consecutiva

Rufina Vignone
Mag 19, 2017

La Lazio ci ha provato, con un inizio scoppiettante e un palo colpito da Keita in contropiede: passato il pericolo, la Juve però ha reagito immediatamente: con giocate precise e ficcanti, sfruttando una difesa avversaria approssimativa e pasteggiando comodamente negli spazi che le si aprivano davanti.

Veniamo al racconto della gara. Neto, portiere di Coppa, titolare anche stasera.

Entrambe le squadre si presentano all'appuntamento con la formazione tipo e sarà interessante scoprire chi sbloccherà il risultato: Stanleybet quota Higuain come primo marcatore del match a 4.50, seguito da Dybala e dal laziale Immobile, entrambi a 6.00, con Mandzukic (7.00) che precede Keita, a 8.00. Dani Alves? Parlare di un solo giocatore credo sia mancanza di rispetto. Domenica ci sarà bisogno di tutti: "sarà la prima partita alle 15:00, farà molto caldo, ci servirà anche un gran sostegno dei tifosi", ha concluso. Con questi precedenti, i pronostici non possono essere che a favore della Vecchia Signora che proprio oggi potrebbe iniziare a centrare il primo dei tre trofei del "triplete". Ma è un'illusione per il popolo biancoceleste.

Dopo la sostituzione di Parolo, che non aveva completamente recuperato dall'affaticamento muscolare, la Juve trova il gol del 2-0: su cross dalla bandierina ancora Alex Sandro trova un assist geniale con un colpo di testa in torsione per l'accorrente Bonucci che insacca di sinistro. Per la Lazio l'uomo gol più probabile è Ciro Immobile, dato a 2,75. Nel finale la Lazio si riversa nella trequarti bianconera e gli attaccanti bianconeri hanno gli spazi per chiudere definitivamente la partita.

La ripresa riparte senza sostituzioni, con gli stessi 22 che avevano concluso la prima frazione. A rendersi pericoloso è, al 54′, il subentrato Felipe Anderson, il cui tiro dal limite dell'area è mandato in calcio d'angolo da Neto. "Questi sono i dettagli che fanno vincere o perdere le partite".

Altri problemi per Inzaghi, al 69° il tecnico biancoceleste esaurisce i cambi dovendo mandare dentro Luis Alberto per un acciaccato De Vrij. La Lazio risponde con il classico 3-5-2, con gli undici previsti alla vigilia.

Ovvero: primo trofeo della stagione per la Juventus, che fa sua la Coppa Italia (la terza consecutiva) battendo la Lazio all'Olimpico 2-0.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE