Netflix per tutti, ma non per i dispositivi Android con root

Geronimo Vena
Mag 17, 2017

Gli sviluppatori di Netflix infatti non sono i primi che vietano l'uso dell'app a chi non ha il root, abbiamo già visto la stessa cosa con app come Pokemon Go e Snapchat. Questa tecnologia permette all'applicazione di riconoscere gli smartphone Android modificati con permessi di root o con bootloader sbloccato, impedendo dunque di scaricare l'applicazione (e addirittura di trovarla nel Play Store). Una mossa voluta dalla dirigenza della piattaforma per limitare l'utilizzo di trucchi e pratiche non ufficiali attraverso le quali bloccare la pubblicità e usufruire di account premium. Per tutti coloro che si ritrovano in questa situazione è da sottolineare che almeno per il momento non verrà interrotto il servizio ma non si potranno più godere degli aggiornamenti della versione 5.0 in avanti.

La versione attuale di Netflix non più supportata dagli smartphone modificati è la 5.0, e ciò è stato possibile con una nuova tecnologia di nome Widevine DRM. Una delle ipotesi più plausibili riguarda la volontà della compagnia di vietare il download offline dei contenuti dell'app.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE