Il Twinga Beach Club di Briatore sequestrato per abusivismo

Senesio Mele
Mag 17, 2017

La Billionaire life Style, proprietaria del marco Twiga, aveva soltanto concesso la licenza.

L'inchiesta nasce proprio dalla campagna pubblicitaria per l'inaugurazione del Twiga che, oltre a utilizzare Briatore come testimonial, ha mostrato foto dell'avanzamento dei lavori che mostravano qualcosa di molto più strutturato, comprensivo di piscina e parcheggio.

Lo rende noto la società Billionaire dopo le notizie relative al sequestro, ad Otranto, dello stabilimento balneare Twiga.

Pierpaolo Cariddi è in lizza come candidato sindaco a Otranto per una lista civica alle prossime elezioni amministrative. I carabinieri hanno notificato ad entrambi un avviso di garanzia. I due sono accusati di abuso edilizio in zona soggetta a vincolo paesaggistico e di occupazione abusiva del demanio marittimo.

Cerra Srl chiarisce, inoltre, che il provvedimento odierno è un sequestro probatorio dell'area interessata dal progetto TwigaOtranto volto a consentire una valutazione tecnico giuridica e, pertanto, disposto anche nell'interesse degli imprenditori che stanno investendo per la realizzazione di questo progetto nel rispetto di quanto espressamente previsto dalla concessione edilizia. L'attività investigativa avrebbe consentito di accertare "consistenti interventi di sbancamento e spianamento del terreno, lavori edili e modifiche allo stato dei luoghi in violazione della normativa e in difformità con le opere per le quali il Comune di Otranto ha rilasciato l'autorizzazione". La Cerra ha ricordato che l'intervento era stato preceduto da un "complesso iter autorizzativo, concluso con concessione edilizia corredata da 11 pareri favorevoli, da parte delle autorizzazioni coinvolte".

Ultimo, ma non ultimo effetto, è la sospensione dei sessanta pre-contratti di lavoro stipulati con il personale selezionato, nonché le attività delle aziende e dei fornitori coinvolti nella realizzazione del progetto. "Con massima fiducia nella magistratura e spirito di collaborazione - conclude la nota - Cerra auspica che le verifiche siano espletate in tempi brevi". "L'unico legame che univa le due società, il contratto di licenza del marchio Twiga - si legge in un comunicato - sara' sospeso sino a quando la situazione non sara' chiarita a livello giuridico". "Siamo del tutto estranei agli accertamenti in corso".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE