L'ebola torna a far paura: in Congo 9 casi sospetti

Barsaba Taglieri
Mag 16, 2017

Lo affermano fonti dell'Oms, citate dall'emittente Usa Cnn, secondo cui al momento sono 17 i casi sospetti. Si tratta di medici, infermieri, logisti, specialisti in igiene e promozione alla salute e un epidemiologo.

Insieme a organizzazioni già presenti nell'area, l'équipe d'urgenza di MSF effettuerà una valutazione della situazione e potrebbe costruire un Centro di Trattamento Ebola e aiutare ad assistere i casi sospetti o confermati. In Congo l'ultima epidemia di questo tipo si era registrata nel 2014, con oltre 40 morti. Quindici tonnellate di forniture mediche e logistiche saranno inviate via cargo da Kinshasa per consentire all'équipe di iniziare immediatamente l'intervento a Likati. Lo hanno confermato le autorità sanitarie locali specificando che a essere interessata dal contagio è la provincia di bas Uele, una zona nella parte settentrionale del paese. Anche il tassista che l'ha portato in ospedale e un membro del personale sanitario che lo ha soccorso si sono ammalati e sono deceduti. A molti, infatti, è tornato in mente quanto accaduto due anni fa, quando il tremendo virus aveva provocato la morte di oltre 11mila persone in altri tre stati: Sierra Leone, Liberia e Guinea.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE