Spazio, la sonda Cassini ha scoperto il "grande vuoto" su Saturno

Geronimo Vena
Mag 8, 2017

Al posto del classico logo, nella pagina principale del motore di ricerca, c'era una breve animazione che mostrava la sonda Cassini mentre iniziava il suo viaggio nello spazio compreso tra Saturno e i suoi anelli più interni, per analizzarne le caratteristiche, scattare fotografie e inviare nuovi dati verso la Terra. Si tratta di un'area praticamente 'deserta' compresa tra l'atmosfera del gigante gassoso e il suo anello più interno, che prima del passaggio era ritenuta ricchissima di particelle, potenzialmente dannose per lo scafo e gli strumenti della sonda. "È stato un po' disorientante, non abbiamo ascoltato quello che ci aspettavamo di sentire", ha sottolineato William Kurth, ricercatore presso l'Università dell'Iowa e capo missione del RPWS Team.

Per ridurre i rischi da impatto con le ipotizzate particelle gli ingegneri avevano addirittura impostato l'antenna (di quattro metri) come un vero e proprio scudo, e sono rimasti praticamente interdetti da ciò che hanno scoperto. "Puntiamo a fare degli aggiornamenti alle nostre osservazioni per un'opportunità analoga il 28 giugno, e pensiamo che verranno fuori visuali ancora migliori".

Nel frattempo, il 2 maggio Cassini ha già eseguito la seconda delle 22 picchiate che porranno fine alla storica missione (un progetto congiunto fra NASA, ESA ed Agenzia Spaziale Italiana) che da 13 anni sta permettendo di conoscere come mai prima era stato possibile Saturno ed il suo complesso sistema planetario, caratterizzato dagli iconici anelli e da una moltitudine di satelliti.

Lo scorso 26 Aprile la sonda Cassini è entrata negli anelli di Saturno per analizzare e permettere alla NASA di studiare più accuratamente la gemma più bella del Sistema Solare ma qualcosa di inaspettato ha destato l'interesse degli scienziati.

"La regione tra gli anelli e Saturno è un grande vuoto, apparentemente", ha affermato Earl Maize della NASA a Pasadena.

Ma come hanno fatto a determinare questo vuoto?

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE