Alfa Romeo Stelvio, arriva il 2.2 diesel da 180 CV

Geronimo Vena
Mag 8, 2017

La gamma dell'Alfa Romeo Stelvio si amplia e accoglie la nuova motorizzazione diesel 2.2 litri da 180 CV con trazione integrale Q4. Debuttano le due nuove colorazioni per la carrozzeria Marrone Basalto e Blu Misano, entrambe disponibili in optional al costo di 1.000 euro.

A poco più di un mese dal lancio, Stelvio ha già fatto registrare un enorme successo, divenendo in poco tempo il più venduto nella sua categoria, in Italia, nel mese di aprile raggiungendo una quota nel segmento dell'11,8%.

Il nuovo motore di Alfa Romeo Stelvio offre tutta la sicurezza dell'evoluta trazione integrale Alfa Romeo Q4. Questo motore appartiene alla nuova famiglia di propulsori realizzati da Fiat Chrysler e che si caratterizza per essere stato realizzato interamente in alluminio. E' prodotto in Italia nello stabilimento di Pratola Serra (AV), in aree dedicate ai motori Alfa Romeo, con processi e metodologie all'avanguardia che lo proiettano ai vertici delle loro categorie. In particolare, la livrea Marrone Basalto è stata pensata in onore all'anima di Alfa Romeo Stelvio, vettura ideale per l'off-road ma unica in quanto ad eleganza e comfort. Altra novità è l'introduzione del pacchetto Sport Interior, ordinabile al prezzo di 2.200 euro per le versioni Super ed Executive, che arricchisce l'Alfa Romeo Stelvio con i sedili sportivi in pelle (nera o marrone) riscaldabili e regolabili elettricamente, il volante in pelle, l'ambiente interno in nero, la pedaliera sportiva e gli inserti in alluminio sulla plancia.

Nel mese di maggio, gli showroom Alfa Romeo accoglieranno tutti i clienti per scoprire e apprezzare l'intera gamma e quest'ultima novità di Stelvio in occasione dei porte aperte previsti nei fine settimana 13-14 e 27-28 maggio. Questa soluzione enfatizza l'anima sportiva di Stelvio e s'affianca a quella lussuosa disponibile sin dal lancio, che prevede l'utilizzo del legno nell'abitacolo e i sedili in pelle pieno fiore.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE