La Juventus elimina il Barcellona: i commenti dei protagonisti

Rufina Vignone
Aprile 21, 2017

Quella conquistata dai bianconeri è la terza semifinale di coppa europea in quattro anni, e, vista anche la prova di forza contro il Barcellona, nulla è adesso precluso a Buffon e compagni, che dovranno affrontare una tra Monaco, Atletico e Real Madrid. Allegri si è mantenuto sulla stessa linea della gara d'andata, il Barcellona è cambiato, ma sino a un certo punto: a Torino era sembrato una squadra dimessa, al Nou Camp è tornata la potenza di sempre, ma la Juve era preparata allo scontro ed è riuscita a passare il turno. Il Barcellona è squadra con pochi cambi di ritmo, con un Messi nervoso (addirittura non ha restituito alla Juve, nel primo tempo, un pallone calciato fuori per permettere l'ingresso dello staff medico bianconero) e incapace di trovare la porta sia al ventesimo del primo tempo che a inizio ripresa (mezza papera di Buffon, nell'occasione), un Suarez impalpabile e un Neymar isolato.

Il 'Pipita' tira alto (13') dopo un rimpallo, Piquè chiude con tempismo su Cuadrado, sul contropiede, con Dybala in agguato in mezzo. Sarà stato sicuramente un giornalista a dire questo. Poi alla Juventus in Champions League non ha più segnato nessuno. Sta volta è Cuadrado, al minuto '50, a sfiorare il goal con un diagonale da buona posizione. Né Luis EnriqueAllegri hanno effettuato cambi all'intervallo. Una delle squadre della Champions League di quest'anno più temute va ko con i bianconeri che approdano in semifinale. Intervistato a fine partita, il tecnico livornese ha parlato così della qualificazione: "Complimenti ai miei ragazzi innanzitutto, la semifinale è un traguardo meritato". Il Barcellona costruisce solo una vera palla gol nel primo tempo.

Il lavoro di Bonucci e Chiellini al centro della difesa è stato mastodontico. Se non puoi seguire la partita in tv, ecco come fare su pc e Mac, oppure via smartphone e tablet. Dani Alves e Cuadrado si avvicinano al brasiliano e lo abbracciano. "Pjanic lotta e spezza il gioco blaugrana, Dybala capisce che sarà dura e dopo 40" viene steso con una spallata mentre scatta sulla fascia destra; 3' dopo Rakitic gli dà un colpo al ginocchio destro, rischiando il giallo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE