Pd diserterà corteo del 25 aprile. Comunità ebraica: Anpi non rappresenta partigiani

Geronimo Vena
Aprile 20, 2017

Lo ha annunciato il commissario del Pd capitolino, Matteo Orfini, spiegando che "ancora una volta a Roma il corteo dell'Anpi è diventato elemento di divisione quando dovrebbe essere invece l'occasione di unire la città intorno ai valori della resistenza e dell'antifascismo".

Festa di Liberazione e di divisioni: attacchi all'Anpi per il corteo del 25 aprile oggi da parte del Partito Democratico, prima, e poi da parte della Comunità ebraica.

Un gruppo ("Bds") attivo nel boicottaggio di prodotti israeliani ha annunciato la presenza al corteo a Milano: l'Anpi ha quindi preso preventivamente posizione per affermare che "tutti noi dobbiamo essere grati ai 5 mila soldati della Brigata Ebraica che si sono resi protagonisti di azioni decisive, come il primo sfondamento della linea Gotica e l'ingresso in numerose località dell'Italia centrale". Rimane il fatto che tutto questo non c'entra nulla con il 25 aprile e, chi opera questo stravolgimento si rende complice dell'ampliarsi in tutto il mondo di un pericolosissimo rigurgito anti semita. Ma a sciogliere l'incognita arriva la categorica risposta negativa della presidente Ruth Dureghello: "L'Anpi che paragona la Comunità ebraica di Roma a una comunità straniera, è fuori dalla storia e non rappresenta più i veri partigiani". Ad annunciarlo è il segretario romano, Fabrizio De Sanctis, durante la presentazione delle iniziative legate al giorno della Liberazione.

Il fronte più delicato - e irrecuperabile - però, è quello aperto con la Comunità ebraica.

Anche quest'anno alla manifestazione di Milano, ritenuta da sempre quella di carattere nazionale, le bandiere delle Brigate Ebraiche sfileranno, nonostante i tentativi di gruppetti di antagonisti anti semiti e anti sionisti, di cacciarle dal corteo. L'Anpi, per bocca del suo segretario Fabrizio De Sanctis, si è detta dispiaciuta della decisione. Il corteo dell'Anpi cambia percorso 25 Aprile. "Un percorso un pò più lungo ma più importante e significativo". Passeremo attraverso quartieri popolari e popolosi come Ostiense e Garbatella.

L'Anpi Roma, l'associazione dei partigiani, ha ricevuto un secco rifiuto da parte della Comunità ebraica, evidentemente contrariata per l'invito alla comunità palestinese e comunque risentita per i non buoni rapporti con l'Anpi. L'attesa è fiduciosa da parte dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia soprattutto "per riaffermare la natura antifascista delle istituzioni". Non vuole essere una celebrazione retorica e rivolta solo al passato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE