Caso Cucchi: la Cassazione annulla l'assoluzione dei medici

Bruno Cirelli
Aprile 20, 2017

Colpo di scena nel processo per il caso Cucchi.

La Cassazione cancella l'assoluzione dei cinque medici dell'ospedale "Sandro Pertini" accusati dell'omicidio colposo di Stefano Cucchi. Per loro la prescrizione maturerà domani ma se la Suprema Corte dovesse annullare i proscioglimenti, sarebbe salvo il diritto dei familiari di Cucchi e delle parti civili costituite, tra le quali Cittadinanza Attiva e il Comune di Roma, di avere il risarcimento dei danni. Ma ora? A questo punto otto anni dopo, per la morte di Stefano Cucchi, si avrà un nuovo processo.

Secondo il magistrato furono compiuti errori gravi dai medici che avrebbero potuto evitare la morte di Cucchi. Il riferimento è al pm Giovanni Musarò e alla sua inchiesta bis appena conclusa con una richiesta di processo nei confronti dei carabinieri che arrestarono Cucchi la notte del 15 ottobre 2009. Questa mattina, in Corte di Cassazione, anche il sostituto procuratore generale Luigi Orsi ha chiesto la sua assoluzione "per assenza di indizi e prove". Nel verdetto dell'appello bis - ha sottolineato inoltre il Pg Mura - la Corte romana ha "sovrapposto indebitamente il suo giudizio, non scientifico, a quello del collegio di periti costituito da luminari che hanno affermato che Stefano Cucchi poteva essere salvato, o il suo decesso ritardato, se le terapie adeguate fossero iniziate il 19 ottobre se solo fossero stati letti congiuntamente tutti i dati delle analisi arrivate nel pomeriggio". "E' stata una grande fatica arrivare fino a oggi, che è un momento importante perch‚ si sta facendo sempre più spazio alla verità in questa vicenda che ha devastato la mia famiglia".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE