Napoli. Il Comune apre uno sportello per querelare chi diffama la città

Senesio Mele
Aprile 19, 2017

Chi parla male di Napoli rischia di finire in Tribunale: è stato, infatti, lanciato un osservatorio permanente sulle offese al capoluogo campano e ai suoi residenti. Sequalcuno esprimerà un giudizio che lede, diffama, la cittàrischia di essere segnalato allo sportello online 'Difendi lacittà'.

"Da tempo ma sempre più spesso si assiste ad una narrazione distorta e a volte diffamatoria della città rendendola oggetto di pregiudizi, stereotipi e dannose generalizzazioni".
Per evitare tutto ciò è nata l'idea dello sportello che raccoglierà, attraverso un apposito form, le segnalazioni di partenopei e non che vorranno rendere note le offese contro la città. In caso di azioni legali, i proventi del risarcimento danni, serviranno a migliorare la qualità dei servizi di igiene e decoro della città.

"La partecipazione dei cittadini è fondamentale per l'azione politico amministrativa di questa città - ha spiegato de Magistris - avvieremo azioni legali quando si tratterà di mistificazioni e non di critica, perché questa città ha bisogno delle critiche".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE