David di Donatello 2017 streaming, dove vedere la diretta

Senesio Mele
Marzo 29, 2017

Ma veniamo ai premi.

L'eterogeneo gruppo di naufraghi sbarcati all'Asinara di La stoffa dei sogni di Gianfranco Cabiddu ottiene il meritato premio alla sceneggiatura, mentre a Pif e al suo In guerra per amore va il David giovani. Ringrazio gli uomini che mi hanno amata, che ho amato e anche quelli che mi hanno abbandonata perché mi sento fatta di tutti loro, ed è a loro che mi racconto. E sono in finale nella categoria "migliore attrice" anche le sorelle Angelica e Marianna Fontana, alias le gemelle protagoniste di "Indivisibili", in gara contro Micaela Ramazzotti e Valeria Bruni Tedeschi (le protagoniste de "La pazza gioia"). Come miglior attore protagonista trionfa invece Stefano Accorsi, alla sua seconda statuetta dopo "Radiofreccia" nel 1999, per la sua interpretazione di Loris De Martino in 'Veloce come il vento', pellicola che strizza l'occhio agli Stati Uniti e ispirato alla vita del pilota di rally Carlo Capone. Maccio Capatonda ha consegnato, poi, la statuina del David a Gianni Vezzosi per il film Veloce come il vento.

Arriva anche l'omaggio del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris: "Grandissimi "indivisibili" con il David di Donatello, grandissimo De Angelis, bravissimi Antonia Truppo e Massimo Cantini".

Valerio Mastandrea ottiene il premio come attore non protagonista di "Fiore". Soprendetemente, questo è anche il David dei giovani e tra le candidate attricei spiccano non senza merito Matilda De Angelis con la sua recitazione estremamente convincente e l'altrettanto brava Daphne Scoccia in Fiore. Anzi. "Questo premio però appartiene a Nicoletta Braschi, con lei ho fatto tutto", aggiunge prima di congedarsi ricordando che "il cinema italiano è il più grande del mondo, noi abbiamo prodotto i capolavori più alti della storia del cinema".

Migliore Acconciatore: Daniela Tartari per La Pazza Gioia. Pierfrancesco Diliberto, già vincitore del riconoscimento dei ragazzi per "La mafia uccide solo d'estate". Per il David al miglior regista esordiente, invece, i bookie puntano su Fabio Guaglione e Fabio Resinaro, che hanno diretto "Mine" (a 2,50). Miglior documentario è "Crazy for Football" di Volfango De Biasi.

Il film "Veloce come il vento", dove è forte l'impronta del marchio Peugeot, ha conquistato anche un altro David di Donatello 2017, quello vinto da Luca Mazzoccoli come Miglior Truccatore, capace di trasformare al meglio Accorsi per farlo calare nei panni del personaggio.

"Un premio bellissimo. Ritrovarsi qui insieme scalda il cuore".

La cerimonia dei David di Donatello 2017 ha messo in risalto tutti i look delle star sul red carpet, in particolar modo quello delle attrici che hanno calcato il palco di questa 62esima edizione. "Il cinema è l'arte della vicinanza". Ma una sfida che non è una sfida.

Il pensiero poi è andato ai grandi autori che lo hanno segnato nel corso degli anni.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE