Londra, spari davanti al Parlamento di Westminster: ci sono feriti

Senesio Mele
Marzo 27, 2017

Cinque persone sarebbero rimaste a terra, prima delle 16. Secondo quanto riferito dai media locali l'attentatore ha tentato di fare irruzione attraverso i cancelli del compound del Parlamento, dopo aver travolto con un'auto diverse persone sul Westminster Bridge. Lo riferisce Bbc, citando giornalisti sul posto, descrivendo fatti che sarebbero accaduti pochi minuti prima che spari fossero esplosi vicino al Parlamento. Al momento degli spari, era in corso seduta camera dei Lord, che è stata subito sospesa. Il racconto di Maurizio Stecca, carabiniere italiano, prosegue: "Ha preso a correre proprio verso di noi, allora un uomo con un abito elegante è uscito da una porta laterale e, a circa 10 metri di distanza, ha esploso tre colpi, e l'ha ucciso". "Mentre correva via due uomini in borghese con pistole gli hanno urlato qualcosa come un avvertimento, lui li ha ignorati e loro hanno sparato due o tre volte, poi lui è caduto". Il veicolo sarebbe stato affittato a Birmingham. Si parla di due vittime per ora, diversi i feriti, alcuni in condizioni critiche. Si chiamava Khalid Masood, 52 anni, cittadino britannico, con una lunga lista di precedenti penali ed era nato nel Kent il 25 dicembre del 1964. "Aveva qualcosa in mano, sembrava un bastone". La polizia di Londra ha aggiornato il bilancio: quattro persone sono morte compreso l'attentatore e un agente di polizia intervenuto per fermarlo. Secondo altri testimoni l'assalitore è "un uomo di mezza età". In questo frangente Palmer, definito dalla premier "un eroe", è stato ucciso.

La polizia britannica ha aperto il fuoco contro l'uomo che avrebbe aggredito con un coltello l'agente davanti nell'immediata prossimità di Westminster Bridge, prima di andare ad urtare contro le balaustre l'auto sarebbe piombata sulla folla.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE