Bologna, gli esami tossicologici su Jenni Galloni: morì per overdose da oppiacei

Barsaba Taglieri
Marzo 23, 2017

E' morta per intossicazione di oppiacei Jenni Galloni, la ragazza di 25 anni, originaria della provincia di Bari, trovata morta in un appartamento della Barca il 28 novembre scorso. Ora sono arrivati gli esiti degli esami tossicologici: Jenni ha assimilato una dose eccessiva di stupefacenti oppiacei. Jenni era al quarto mese di gravidanza e si trovava, in quel periodo, ospite da amici in via Brodolini assieme al suo cagnolino.

Stando alla ricostruzione riportata da Ilrestodelcarlino.it, la sera prima non si era sentita bene e i suoi coinquilini, sapendo del suo stato interessante, le avrebbero consigliato di farsi vedere da un dottore. Dopo il ritrovamento del corpo il pm Stefano Orsi aprì un fascicolo contro ignoti ipotizzando il reato di morte in conseguenza di altro delitto. La foto del cadavere di Jenni, con il maglioncino alzato sul grembo arrotondato dalla gravidanza, aveva fatto il giro del web, strappando migliaia di condivisioni e commenti, finché non è stata rimossa insieme al profilo della giovane, solo dopo molti giorni. "Dopo che ho visto gente di merda... scrivere di mia figlia io ora voglio che voi ve la ricordiate come purtroppo questa immagine non me la leverò mai dalla mente".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE